Un viaggio nella storia dell’Asia centrale in compagnia di antichi manoscritti.

A cura di: Giuseppe Solmi

Studio Bibliografico Manoscritti medievali occidentali e orientali

L’evocativa denominazione di Via della Seta si deve al barone tedesco Ferdinand von Richthofen, esploratore e geografo che la coniò per la prima volta nel 1877. Espressione affascinante ma ingannevole: non si commerciava solo seta e di rado i viaggiatori percorrevano l’intero tragitto da est a ovest. Si trattava piuttosto di una serie di staffette che trasportavano le merci per tappe brevi e ben note. Quando ci si fermava alle oasi o nei caravanserragli si scambiavano, oltre alle merci, anche notizie e idee.

Naturalmente il modo più semplice di far circolare le idee è quello di scriverle avvalendosi di supporti affidabili. La carta, altra invenzione cinese, formò e riformò intere civiltà semplicemente veicolando le idee che conteneva: ed è questo che ci porta a parlare di manoscritti. Manoscritti sulla Via della Seta.