Associazione Naturalistica PANGEA

Organizzazione di Volontariato

Autunno 2019

 

Lunedì 14 Ottobre:
Elio Garzillo – Il divenire del Paesaggio italiano

Il “paesaggio” è luogo a lungo rappresentato nella nostra letteratura ed è soggetto costante nella cosiddetta pittura di paesaggio.
Anzi, alcuni pittori hanno in qualche modo “inventato” l’immagine di alcuni luoghi, resi indimenticabili proprio da quelle immagini.
Ma il paesaggio è un modo anche di interpretare se stessi e i propri stati d’animo.
È un modo per condurre tutti noi per mano verso insospettati giudizi critici.
O verso letture anche tecniche, magari agrarie o sognanti.
Il paesaggio è un’invenzione che si rinnova continuamente.
Dal pittoresco all’oggi inafferrabile.

 

Lunedì 21 Ottobre:
Adriano Camuffo – Le piante dell’antica Pompei

Moderni metodi di scavo stratigrafico hanno permesso di individuare le aree coltivate, i giardini, le aiole, la posizione dei singoli graticciati, le radici delle piante, nonché i loro resti, i semi, oltre ai frutti ed alle derrate alimentari conservate, che trovano riscontro nei giardini dipinti e nelle decorazioni delle case di Pompei ed Ercolano. Da qualche decennio, i metodi della Palinologia (studio di pollini e spore) hanno permesso di identificare le essenze floristiche lotto per lotto, area per area.
Siamo così in grado di ricostruire e documentare la flora al momento dell’eruzione nel 79 d.C.
Non solo cenere, non solo botanica: una testimonianza unica ed irripetibile.

 

Lunedì 28 Ottobre:
Giuseppe Chiavari – La tecnica delle fototrappole
Le foto trappole sono un mezzo di grande utilità per lo studio della fauna selvatica del territorio.
Tecnica non invasiva, permette la osservazione degli animale nell’ ambiente nei loro atteggiamenti naturali.
Tutto il materiale mostrato è stato girato in una vallata del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.Dovresti conoscere la differenza tra il marchio Levitra e i suoi generici (levitramagica.com). Le compresse arancioni sono di forma rotonda e hanno il segno del produttore. D’altra parte è indicata la dose della compressa. La dose più piccola è di 2,5 mg e la dose più grande è di 20 mg. Compra le pillole di Levitra 20mg se solo un medico ha prescritto la dose più alta. La dose comune è di 10 mg e può essere modificata in base alle esigenze del paziente.

 

Lunedì 4 Novembre:
Giuseppe Rivalta – L’acquedotto romano di Bologna
L’Acquedotto romano del I° secolo a.C., che dal Setta arriva a Bologna, completamente sotterraneo, ha avuto, in due millenni, numerose vicende storiche.
Il condotto e le altre opere idrauliche rinascimentali della Bologna antica, sono state oggetto di ricerche e studio da parte del Gruppo Speleologico Bolognese e dell’Unione Speleologica Bolognese tra il 1996 ed il 2002 col risultato di ottenere la loro completa planimetria oltre ad una documentazione fotografica e scientifica dei fenomeni di concrezionamento all’interno con oltre 185 giorni di esplorazioni.
L’opera ha una lunghezza di 18 km con un dislivello di soli 18 metri.
Un breve tratto rappresentato da un ramo abbandonato è aperto alle visite turistiche.

 

Lunedì 11 novembre:
Giuseppe Solmi – Antichi manoscritti della Via della Seta
L’evocativa denominazione di Via della Seta si deve al barone tedesco Ferdinand von Richthofen, esploratore e geografo che la coniò per la prima volta nel 1877.
Espressione affascinante ma ingannevole: non si commerciava solo seta e di rado i viaggiatori percorrevano l’intero tragitto da est a ovest.
Si trattava piuttosto di una serie di staffette che trasportavano le merci per tappe brevi e ben note.
Quando ci si fermava alle oasi o nei caravanserragli si scambiavano, oltre alle merci, anche notizie e idee.
Naturalmente il modo più semplice di far circolare le idee è quello di scriverle avvalendosi di supporti affidabili.
La carta, altra invenzione cinese, formò e riformò intere civiltà semplicemente veicolando le idee che conteneva: ed è questo che ci porta a parlare di manoscritti.
Manoscritti sulla Via della Seta.

 

 

Lunedì 2 Dicembre:
Claudia Bonfiglioli – Cuba
Alla scoperta della più grande isola delle Antille, un paradiso tropicale ricco di bellezze naturali.
Cuba è un crogiolo di razze diverse, incontro di tre continenti (America, Europa e Africa) che ne hanno forgiato la storia e la cultura, da Cristoforo  Colombo, che vi arrivò subito dopo lo sbarco a San Salvador, alla tratta degli schiavi, dalla guerra con la Spagna che ne sancìl’indipendenza nel 1899, fino alla rivoluzione castrista.
Cuba affascina coi suoi colori, la sua musica e l’ospitalità della sua gente.
Quando si riparte se ne ha già nostalgia perché, come dice una nota canzone: “Cuba que linda es Cuba” (Cuba che bella è Cuba).

 

 Ingresso libero